Archivi tag: decreti attuativi

Dal MIT solo obblighi per i tassisti

«Oggi, presso il ministero del Trasporti e delle Infrastrutture, ci è stata consegnata la bozza di decreto attuativo che dovrebbe stabilire un minimo di regole per il settore, sospese per il mondo del noleggio dall’emendamento Lanzilotta, approvato recentemente nel Milleproroghe». È quanto affermano in una nota Uiltrasporti taxi, Fit- Cisl taxi, Ugl taxi, Federtaxi Cisal, Fast tpnl Confsal e Faisa Confail taxi.

«Un documento fumoso che risulta in molte delle sue parti totalmente sbilanciato in favore degli operatori del noleggio con conducente e che di fatto, sconfessa anche le parole del ministro Delrio che aveva affermato che con un autorizzazione rilasciata in un comune delle Marche, non si può lavorare tutto il giorno a Milano. Continua a leggere

Comunicato congiunto Federtaxi, Ugl, Fit, Cisl, Ugl

FEDERTAXI_FB_2Cari colleghi,
In merito alle recenti indiscrezioni emerse su alcune testate giornalistiche online, relative alla possibile presentazione di un disegno di legge sulla concorrenza, contenente alcune norme finalizzate ad abrogare l’operatività territoriale dei noleggi con conducente e l’obbligo di ricevere prenotazioni solo in rimessa, precisiamo quanto segue.

Ad oggi non vi è alcun testo ufficiale sulla concorrenza approvato in consiglio dei ministri: tuttavia, se le bozze circolate in rete fossero realmente quelle e le norme in esse contenute fossero approvate, il danno che ne deriverebbe per il nostro lavoro sarebbe molto grave. Continua a leggere

Dove sono finiti i decreti attuativi relativi al comma uno-quater?

Roberto_MartanoL’associazione sindacale Usb ha sollecitato il Ministero dei Trasporti ad affrontare e risolvere il tema “Emanazione dei decreti attuativi relativi al comma uno-quater” (vedi sotto la legge), già legge sul territorio nazionale. Condividiamo come Federtaxi-Cisal tale richiesta in quanto più il tempo passa e più gli oppositori si rafforzano senza alcuna resistenza. Chiediamo che anche gli altri sindacati tassisti condividano e si allertino per eventualmente uniti fare nel prossimo futuro agitazioni, presidi. manifestazioni o scioperi a tutela dell’unica legge che ci garantisce il nostro posto di lavoro. Nell’augurio che questa nostra venga raccolta da tutti e offrire una barriera unitaria a chi vuole modificare un servizio pubblico regolato con una selvaggia liberizzazione di costi e tariffe a discapito dell’utenza che con noi gode di altrettante garanzie.  Roberto Martano. Continua a leggere