Rigettato il ricorso Ncc/UberBlack dal Tar Lombardia

Rigettato il ricorso Ncc_UberBlack dal Tar LombardiaL’ Associazione Tutela Legale Taxi informa i propri associati e la categoria tutta che con un importante ordinanza emessa in data odierna dal Tar Lombardia i giudici milanesi hanno rigettato un ricorso proposto da noleggiatori che utilizzano la piattaforma UBER BLACK nel milanese. Il Tar ha inoltre chiaramente statuito che:

(a) è in vigore la legge n. 21/1992 come modificata dall’art. 29 comma 1-quater del decreto n. 207/2008;

(b) sono applicabili a chi utilizza la piattaforma Uber Black senza partire dalla rimessa le sanzioni della legge n. 21/1992 e quelle del codice della strada;

(c) non sono condivisibili le conclusioni raggiunte dal parere del consiglio di stato dello scorso dicembre che pareva lasciare spazio alla possibilità di inserimento dei servizi Uber a legislazione vigente, confermando invece nella sostanza le conclusioni raggiunte da altra sezione del Consiglio di Stato nelle sentenze di Grottaferrata;

(d) il servizio UBERPOP è illecito a legislazione vigente, confermando così le ordinanza del Tribunale Civile di Milano dello scorso maggio/luglio 2015. 

La nostra associazione, come sempre, ha deciso di metterci la faccia e di intervenire anche in questo giudizio dinanzi al Tar Lombardia per fare in modo che tale decisione sia confermata in via definitiva nei prossimi mesi.

Allegata la sentenza in formato pdf

associazione_tutela_legale_taxi

This Post Has Been Viewed 1,561 Times

I commenti sono chiusi.