Continua la vergognosa opera di lobby di Uber

uber_a_Palazzo_2015-09-08-Siamo venuti nuovamente a conoscenza del fatto che alcuni alti dirigenti del Gruppo Internazionale UBER, hanno organizzato nuovi incontri con una serie di soggetti politici ed istituzionali per portare avanti – si immagina – un’attività di lobby, al fine di vedere legalizzati i servizi da loro forniti e che, ad oggi, la magistratura ha ritenuto in contrasto con la legislazione vigente e in concorrenza sleale con il servizio taxi.

– E’ quanto affermano in un comunicato le strutture sindacali Ugl taxi, Federtaxi Cisal, Fit Cisl taxi, Uil Trasporti taxi, Ati taxi, Usb settore taxi e Associazione Tutela Legale Taxi. -. 

In particolare, oggi, due manager internazionali del Gruppo Americano si sono recati presso la sede della Presidenza del Consiglio dei Ministri e successivamente presso quella del Partito Democratico a Largo del Nazareno a Roma.

Non sappiamo se e quali membri del Governo o del Parlamento siano stati presenti a queste riunioni, né a che titolo questi abbiano accolto (anche) al di fuori delle opportune sedi istituzionali, dei dirigenti di un Gruppo societario privato: tuttavia troviamo singolare che le esigenze e la vita stessa di lavoratori regolari e delle loro famiglie, siano discusse in luoghi non appropriati anziché in un giusto confronto tra Governo, Parlamento e Parti Sociali, come da sempre dovrebbe essere in uno Stato Democratico.

Troppo facile mettere le persone davanti al fatto compiuto, grazie all’opera di lobby esercitata da una potente multinazionale.

Troppo facile decidere su un tavolino così composto, quello che potrebbe essere un testo di legge e poi – prosegue la nota – solo a giochi fatti sentire quello che ne pensano i lavoratori regolari.

Perché è questo ciò che appare si stia verificando: da un lato, si hanno migliaia di lavoratori regolari che ogni giorno svolgono nei confronto dei cittadini un servizio pubblico controllato e dall’altro, abbiamo un gruppo societario privato che la magistratura ha più volte ritenuto violare le nostre leggi e che invece di adeguarvisi, sta facendo di tutto affinché tali leggi siano modificate, investendo anche notevoli risorse.

Si stanno già smentendo così, le dichiarazioni rilasciate pochi giorni fa da un autorevolissimo esponente del Governo che riferendosi alle imprese, parlava di abbattimento della politica di relazione in nome trasparenza.

Troviamo tutto ciò assolutamente fuori luogo e siamo pronti a difendere e far valere i nostri diritti di lavoratori – conclude la nota – con tutti gli strumenti a nostra disposizione ed in tutte le opportune sedi di confronto.

This Post Has Been Viewed 860 Times

Una risposta a “Continua la vergognosa opera di lobby di Uber