Incontro col viceministro Morelli del 30 aprile

“Nella giornata odierna, si è svolto un incontro tra il Vice Ministro Alessandro Morelli e diverse rappresentanze di settore. L’onorevole, sollecitato dai sindacalisti presenti, si è detto fiducioso sia sulla proroga della cassa integrazione per i lavoratori dipendenti, sia sulla proroga della moratoria per i pagamenti di mutui e finanziamenti, che sull’emanazione del Decreto Attuativo necessario a rendere operativo l’anno bianco fiscale per piccoli artigiani e lavoratori a partita iva che hanno registrato un calo di almeno un terzo del proprio fatturata, a causa della pandemia in atto, sia prossima”.

Così in una nota Ugl TAXI, Federtaxi Cisal, Tam, Satam, Claai, Unimpresa, Usb TAXI, Uti, Or.sa TAXI, Faisa Confail, Ati TAXI e Associazione Tutela Legale TAXI. “Si sono inoltre affrontati – prosegue la nota – i nodi relativi alla mancata erogazione per diversi operatori del comparto, del previsto contributo per le attività situate nei centri storici delle principali città turistiche del Paese, nonché le difficoltà legate all’erogazione dei voucher TAXI concepiti in favore di particolari categorie socialmente svantaggiate e riscontrate anche da numerosi Enti Locali. Sulla prima questione, il vice ministro ha dichiarato che si attiverà affinché l’Agenzia delle Entrate, superi in tempi rapidi gli attuali ostacoli tecnici che impedisco l’erogazione del contributo ai soggetti che ne hanno la titolarità, in quanto anche se residenti o domiciliati fuori dalle aree dei centri storici, in quei luoghi svolgono la propria attività”.

“Sulla questione relativa alle farraginose procedure legate all’erogazione dei voucher TAXI – scrivono i sindacati – su cui si sono recentemente stanziati altri venti milioni di euro, Morelli ha garantito una iniziativa di ordine parlamentare che sarà presentata dall’onorevole Elena Maccanti, con cui semplificarne l’uso”..“Morelli – continua la nota – sollecitato in merito alla necessaria conclusione del processo di riforma del settore iniziato con l’approvazione della legge 12/2019, in relazione alla mancata emanazione dei necessari ed attesi specifici Decreti Attuativi, ha rassicurato i presenti sul fatto che tali atti dovranno necessariamente essere improntati ad una logica di ripristino della legalità nel comparto”. “L’incontro si è chiuso – concludono – con un impegno a valutare anche la possibilità di reperire dei fondi da utilizzare per consentire una transizione ecologica alla flotta TAXI del nostro Paese ed una concorde valutazione sulla necessità di riaprire al più presto tutte le attività, per un rapido ritorno alla normalità”.

This Post Has Been Viewed 69 Times

I commenti sono chiusi